.
Annunci online

essere umano civile
POLITICA
20 ottobre 2012
Accettare le Regole....
Prologo
Tempo fa scrivevo su di un forum Anarchico,nulla di che,non sono un genio,il forum era di una testata importante nel panorama Anarchico.Il forum non era molto frequentato come tutte le storie Anarchiche.
Dopo un po di tempo che scrivevo le mie cose,alla quale qualcuno non rispondeva,qualcuno mi trattava come un giovane alle prime armi,un giorno si avviò una discussione e ad un certo punto arrivò la mitica domanda..
Ma tu,rivolto a me,perche sei Anarchico ??
Io senza pensarci due volte  dissi "mah,credo di essere Anarchico perche di Anarchia non c'è traccia tra le Società Umane,quindi mi professo Anarchico per provocare,visivamente e mentalmente le persone ad una riflessione o\e ad una presa visione dell'Anarchia,per assurdo,dissi,"se vivessimo gia in quella Anarchia,io credo che non sarei Anarchico,nel senso che non avrei bisogno di professarmi tale per provocare,provocare chi se gia si vivesse nell'Anarchia di stile ??!
Poi credendo di dire un qualcosa di scontato dissi "poi,sono Anarchico anche perche da quando ho 5 anni che mi sono accorto di essere povero e che come tale quindi destinato a vivere di sofferenza,se non è questa un ingiustizia da combattere a suon di Anarchia.."
Apriti cielo !!!!!
"aaaa... dunque tu non sei un Anarchico,tu sei un povero frustrato e credi di trovare riscatto con l'Anarchia....."
Che ci crediate o no,il forum chiuse da li a qualche ora,senza darmi la possibilità di replicare !!!
Vero che era tempo che nel forum ci girava pochissima gente per scazzi loro ma mi sentii abbastanza frustrato veramente !!! :)
Accettare le Regole
È ovvio che di tutto il prologo quello che mi\ci interessa credo, sia quello che dissi quasi per scherzo e cioè che a 5 anni avevo gia capito di essere povero e cioè diverso da quello che gia ci facevano passare per essere normale !
Oggi,cioè da qualche tempo che va di moda accettare le Regole,come se fosse la soluzione ottimale ad ogni male ed è giudicato deplorevole cercare di far chiarezza su questa storia delle regole,ci si ritrova nel calzare per forza la maschera del ribelle per hobby !!!
Le regole....
In un Campo di Calcio ci sono 11 giocatori da una parte,11 dall'altra,l'arbitro,gl'allenatori che hanno deciso i giochi e poi ci sono le regole da rispettare per tutti,giusto dico io,tutto è equo,tutto è regolare,mi sembra giusto rispettare le regole.
Se la Partita però per questioni di "fato",dovesse iniziare con 11 giocatori da una parte e 5 dall'altra,sarebbe giusto pretendere alla squadra con 5 giocatori di rispettare le regole che valgono per le squadre con 11 giocatori ??
Perche dunque si cerca di far quadrare i conti della Civiltà,quando ancora oggi se esiste uno 0 di default,l'80% degl'individui nasce ben al di sotto di quello 0 ??!!!
Un mio amico heheheh,avrebbe voluto fare tutto di quello che più bello offre la Civiltà evoluta e faziosa,sin da piccolo avrebbe voluto fare Motocross,avrebbe voluto fare Vela,insomma avrebbe voluto fare tutte quelle cose fiche che la Società offre ma sin da subito si accorse che per avere la Moto avrebbe dovuto lavorare più del normale e che poi non avrebbe avuto tempo di fare motocross perche doveva continuare a lavorare e si sa, quando si è stanchi ci si diverte poco...cosi iniziò nel far caso che il 10% del suo Paese e suo coetaneo poteva fare tutto senza dover lavorare !!!
Triste affermarlo,ma io ed il mio amico :),percepimmo queste cose che avevamo si e no 5 anni ed eravamo nel 1965,c'è un qualche luogo comune che si sia sviluppato e finalmente abbia reso giustizia al fatto concreto che i Bambini a 5 anni hanno gia capito tutto ??!!
Si è formata nel frattempo una Società,una Civiltà che ben conscia del trauma che si subisce a quell'età,abbia cercato di strutturare una Società equa,scevra nel creare si tali traumi ??
Accettare le regole dunque.....
Chi deve accettare le regole e quali regole, quelle che governano i Poveri di regole o quelle che governano i Ricchi e cosa si fa,si fa diventare tutti poveri o tutti ricchi ??!
Un povero non può accettare le regole di un ricco ed un ricco non può accettare le regole di un povero,dunque ????
Prima di accettare le regole o di ordinare una Società,si dovrebbe pensare di creare un equità reale,fin quando ci saranno Bambini che all'età di 4-5 anni dovranno capire di essere diversi perche poveri,ci sarà sempre malvaggità e cattiveria all'interno della Civiltà,Società.
Cosa altro chiedere all'Anarchia se non questo,cosa altro pretendere dall'Anarchia se non un equità di percezione,di respiro tra e con la gente......
Ciaoo ! :)
POLITICA
8 novembre 2010
Nuove regole ??
Rispondendo su facebook ad una cosa mi sono ritrovato di nuovo nell'affermare quel concetto tanto odiato dai piu e cioè che i Ricchi nessuno li vuole uccidere ma dovrebbero stare fuori dalla gestione del Sociale perche inevitabilmente inventano una Società a loro portata e cioè quella dei ricchi.
Cosi di seguito mi è venuto in mente da scrivere questa cosa,questa proposta.
Se di nuove regole c'è bisogno nella Società attuale esse devono essere paradossalmente  impegnate nel risolvere un\il problema fondamentale.
Ammesso che la Politica non la si voglia far fuori come io desidererei in ogni caso in essa bisognerebbe riportarvici quel sentimente che è proprio dell'Artista con la A maiuscola.
Cosa voglio intendere ??
Lo spiego subito :
L'Artista con la A maiuscola e per cui io intendo quella sorta di visione dell'artista maledetto che di maledetto poi altro non ha che la diffidenza,l'orrore delle regole della Società stessa in cui vive,quell'artista dunque che se non trova chi invece si intende e vive le regole della società e di ciò diventa il suo Manager\produttore,l'artista stesso si morirebbe di fame e si morirebbe di fame non per incapacità logiche o psicologiche ma semplicemente perche quel tipo di artista vive in relazione della riuscita del suo progetto di vita,l'Arte cioè prima di tutto,questo tipo di artista si può morire anche di fame per non rinunciare allo stare dietro alle sue ispirazioni.
Un artista maledetto che decide o arriva tramite altri nell'avere soldi e successo,rischia di inaridirsi o peggio uccidersi o alla meglio diventare uno schizzofrenico maledetto che corre e fa correre tutti dietro le sue paranoie o fisse.
La Politica è la Politica come fare dunque quest'innesto da me mensionato ??
Ironizzando o scherzando a volte si produce la verità.
Una regola dunque base che oggi dovrebbe intervenire sarebbe quella per la quale una persona investita di incarico politico non dovrebbe superare un certo tenore di vita pena la fuori uscita dall'ambito politico.
Di solito io sono ostico nell'usare detti popolari ma a volte come giustamente tutto deve essere,tutto è permesso se nel modo giusto.
Il detto in questione è questo ed è semplice : " A pancia piena si ragiona meglio ".

Dunque se in famglia è solo il capo famiglia che ha la pancia piena,ragionerà anche meglio ma sicuramente solo per se stesso visto che gl'altri la pancia piena non l'hanno,per quanto egli si sforzerà di capire e di agire per conto di quelli che non hanno la pancia piena comunque mai farà i loro interessi reali se prima non porrà gl'altri allo stesso suo livello e cioè con la pancia piena.
Un Politico dunque dovrebbe essere come quell'Artista che vive nella missione che ha solo una missione da compiere,la Politica dovrebbe essere una missione.
La Politica da tempo non è piu un espressione del popolo ma una rappresentazione di se stessa,io ho sempre ritenuto assurdo andare a scuola per assere o per fregiarsi del titolo di artista,cosi come ho sempre ritenuto assurdo mettersi nella politica per lavoro per far soldi,.entrambe le cose dovrebbero essere delle missioni innate e non progettate,costruite,manipolate.
Per finire dunque,la Politica ed il politico dovrebbero essere quella cosa di pari dignità e compenso economico di un qualsiasi altro lavoratore stipendiato.
Ogni Politico buono che sia diventa come l'amico piu buono che ci sia che però al momento di una sua riuscità Sociale ti evita per ovvie ragioni di quotidiano.
Regole nuove dunque si,la prima è quella di vietare la Politica a chi è troppo ricco.
I ricchi non hanno bisogno di essere rappresentati anzi essi stessi dovrebbe vivere in silenzio la loro fortuna.
Io, tu,noi,lo sappiamo oramai,avere il conto in banca ben messo procura una sorta di  stato psicofisico simile allo stato dell'innamoramento,tutto sembra piu bello,si è piu propensi a mille cose,etc etc etc
Dunque di regola chi fa Politica non dovrebbe essere vittima di quest'innamoramento ma visto che è inevitabile che si crei una regola,la regola per cui chi fa Politica deve mantenere un livello economico di vita quotidiana precisamente come la media degl'Italiani.
La Politica non può e non deve essere un posto il cui decoro implica un passaggio di classe Sociale,si è sempre detto che chiunque entri dalle porte di palazzo perde tutte le sue intenzioni migliori ma non si è mai specificato che questa è la prerogativa prima che accade a chiunque all'improvviso si ritrovi riccho,agiato o benestante.
Quando un Politico diventa troppo ricco,quando un politico arriva nel vivere un quotidiano elittario esso dovrebbe cessare di far Politica.

Saluti
CULTURA
25 ottobre 2010
Accettare le regole,quali regole ?

Accettare le regole.......

La Confusione delle confusioni !!     Voglio essere chiaro,accettare le regole vuole significare in esso che è automaticamente vietato cambiare le medesime ???       Le regole poi...Quando le regole diventano prigioni è giusto continuare nel rispettarle ??  Certo, se stessi scrivendo questo post con l'idea di parlare delle regole o regolette civili avrei e farei meglio ad andare a dormire ma io non voglio parlare di questo tipo di regole ma di altre regole che vengono vendute come buone ma che è tutto da vedere.
Ci sono delle regole non scritte che regolano l'universo Umano,queste regole difficili da essere elencate sono però evidenti sin dai tempi dei tempi ed è proprio di queste regole che io vorrei e voglio parlare.
Con la Teoria l'essere Umano ha strutturato un esatto non perfetto ma plausibile,con l'ausilio della Filosofia e della Psicologia poi è stato in grado di vedere il bene ed il male e sono oramai molti anni che sta avvenendo una perversa situazione in cui sempre piu individui sono coscenti del male ma quasi rapiti non in grado di porvi rimmedio,una sorta di abitudine al male.

Praticamente e semplicemente potrei e posso semplificare tutto ponendo in essere la solita frase,il solito detto,la solita masima..ed è proprio questo il punto,vivere supportati dalle massime,dalle massime di sempre, è segno di progresso o regressione ???
Accettare le regole dunque vuole dire accettare le massime in essere da tremila anni ??
Accettare le regole vuole significare accettare le disparita Sociali come se fossero un evento Naturale ??
Accettare le regole vuole dire accettare di vivere in un giungla abitata da animali che camminano eretti ?
Accettare le regole vuole dire che il Pianeta Umano è governato dalla forza, dall'arroganza e dal continuo carpimento della buona fede altrui ??
La nuova svolta del pianeta Umano sembra proprio risiedere in questo snodo,la nuova svolta del pianeta Umano sta nell'accettazione che la vita Umana sia fatta cosi come detto sopra.
Paradossalmente in questa Società Civile in cui viviamo ci si accede solo se si accetta di essere cattivi, se si è in grado di essere cattivi ?????????
Dunque pian piano e senza ossessione cerco sempre piu con  parole semplici di far uscire le contradizioni che oramai devono essere affrontate.
Il Genere Umano non può piu vivere con questa orribile scisiione,con questo dualismo deleterio per se stessi e per il genere Umano tutto,una Società Civile non può esistere se ad essa vi si accede solo dopo aver superato la prova della cattiveria !!
Non si può dichiarare Civile una Società che relega a cause sconosciute "Naturali" la disparità sociale tra individui.
Una Società non si può dichiare Civile se il suo principale dogma è l'accettazione che l'insieme delle relazioni Umane debba essere al pari delle relazioni nel regno della Natura ????
Accettare le regole dunque si,ma quali regole ????
Io non so quale sia stato il problema ma è certo che fino ad una 25ina di anni fa sembrava possibile e giusto cercare di comportarsi da persona civile,oggi con la scusa di essere appartenenti al Regno Animale,siamo ritornati nell'avere come giusto come dire..quel modo animale,rozzo,elementare di intendere e di volere !!
A questo punto mi viene in mente la mitica e fatidica frase..."ma che ho studiato a fare se poi intorno a me l'unica via per essere l'è accettare di essere ignorante e comportarsi come tale ??
Ecco, oggi quelli che come me..hanno questa sensazione o frase che gli ronza per la testa.
Nel giro di dieci anni è oramai diventato evidentissimo,la vecchia Europa definitivamente invasa dalla potenza dinamica Statunitense si è ritrovata ad essere violenta e governata dalla violenza,dalla soppraffazione  come nel Regno Animale.
Come nel regno Animale o come ai tempi degli schiavi..decidete voi !

Minimaltribe

 

sfoglia
settembre        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte